LETARGHI CREATIVI | FIORITURA DI UMANO FASE 2

L’autunno è alle porte … ci prepariamo per andare in letargo…

CORPO – IDENTITÀ – TECNOLOGIA- SPAZIO REALE – SPAZIO VIRTUALE

Prosegue il progetto di ricerca e creazione a cura di Dimmer | Dance and performing arts legato all’indagine sul trinomio corpo, natura e tecnologia che parte dalla drammaturgia del corpo per creare interazioni con altri linguaggi scenici.
La prima fase del progetto si è focalizzata sul rapporto corpo – natura – paesaggio attraverso due percorsi creativi con giovani danzatori condotti da Nicola Laudati e Corradina Grande e ha prodotto Fioritura di Umano (primo studio) spettacolo site specific andato in scena nell’ambito di Bologna estate 2021.
In attesa della prossima primavera /estate che ci vedrà impegnati in una nuova fase produttiva, ci accingiamo ad un autunno di studio, riflessione, ricerca e sperimentazione…

LETARGHI CREATIVI è un progetto di

Residenze multidisciplinari che mettono il corpo al centro di un dialogo tra artisti del territorio e linguaggi scenici diversi intorno a tematiche di interesse e presupposti teorici condivisi.
Dimmer accoglie in residenza alcuni artisti del territorio in ambito multidisciplinare (teatro, performance, musica, design, mapping, body tracking…). desiderosi di sperimentare l’interazione con i corpi e la danza. La volontà è quella di fornire agli artisti coinvolti un tempo e un luogo dedicati in cui poter far nascere e crescere l’interazione tra i linguaggi in modo simultaneo, contaminandosi gli uni con gli altri senza preclusioni di forma, tecnica o stile alla ricerca di nuovi segni per nuovi significati.

ARTISTI COINVOLTI da ottobre a dicembre 2021

LORELLA PIERDICCA
3d pen designer e progettista grafico, artista interessata all’interazione con il corpo e la danza, utilizza il basic design, la tipografia, l’illustrazione e il mixed-media. La sua ricerca visiva esplora la relazione tra parola e immagine, con una tensione costante alla costruzione di linguaggi nuovi, alla creazione di forme viventi in grado di comunicare in modo chiaro, efficace e immediato.
www.gaiamaya.it
lldesign.it

SIMONE MONTELLA
Autore, regista, filmmaker.
Laureato in Teatro e in Comunicazione Multimediale, da molti anni si occupa di produzioni video, ha realizzato trasmissioni televisive, pubblicità, videoclip musicali, dirette streaming, documentari, serie web. Ha lavorato come operatore, autore, montatore e motion designer. Particolarmente interessato all’utilizzo scenico di immagini video e proiezioni che contribuiscano insieme ai corpi in scena di performer e danzatori ad un’unica ed organica drammaturgia.

ANTONIO DELLI SANTI
Laureato in cinema al DAMS di Bologna, si è formato alla scuola di scrittura Bottega Finzioni. E’ stato tra i fondatori di Eden Prod, realtà con la quale ha sperimentato il racconto di strada realizzando numerosi videoclip, spot, corti e video virali. Unisce la sua ricerca in ambito visual alla fotografia e alla drammaturgia.

ALESSANDRO GUIDI
Giovane visual designer proveniente dal mondo dei graffiti. L’obiettivo primario del suo lavoro è la creazione di esperienze immersive e sinestetiche. Utilizzando il videomapping e nuovi sistemi di interazione uomo/macchina crea contenuti che dialogano con lo spazio e le persone che lo vivono.
media partner
APPARATI EFFIMERI | AMBIENTI IMMERSIVI E VISUAL DESIGN

LAUDATIDANZA
I danzatori del progetto didattico/creativo LAUDATIDANZA parteciperanno alla sperimentazione del softwer Nock e la tecnica del body tracking che attraverso specifici sensori, trasforma il movimento del corpo in contenuti virtuali.

Lo sguardo di Sara Torrenzieri coordinerà la riflessione e l’approfondimento intorno alle tematiche di interesse e il dialogo con e tra gli artisti.
Sara Torrenzieri è Dottore di Ricerca in Arti Visive, Performative, Mediali, sezione Teatro (Unibo) e autrice di contributi su riviste scientifiche tra cui Antropologia e teatro, Prove di Drammaturgia, Italogramma e di diversi lavori di critica teatrale. L’interesse per le arti performative si è tradotto in esperienza di ricerca sul campo e osservazione partecipante del lavoro di alcune compagnie teatrali e nella partecipazione in qualità di relatrice a convegni e tavole rotonde sulla scena teatrale contemporanea.

Progetto a cura di Dimmer | Dance and performing arts per Paleotto11 giardino culturale
Con la collaborazione di:
DAS Dispositivo Arti Sperimentali Bologna| Spazio Prat Bologna| La Pergola Cinema Teatro Vidiciatico |

contattaci se vuoi più informazioni sul progetto
organizzazione.laudatidanza@gmail.com
333 6063709
3337342550

FIORITURA DI UMANO
Progetto di ricerca, residenza e produzione legato all’indagine sul trinomio corpo, natura e tecnologia che parte dalla drammaturgia del corpo per creare interazioni con altri linguaggi scenici (teatro, performance, visual e light design, body tracking, video mapping).
Il corpo è protagonista assoluto della crisi che stiamo vivendo e non solo in termini biologici: per visibilità, esposizione, pratiche discorsive; ma è anche grande assente in quanto virtualizzato, annichilito, temuto, neutralizzato. Il grado zero del nostro agire è il corpo inteso come congegno multimediale, come fondamentale mediatore di conoscenza: è proprio attraverso i sensi che l’uomo impara a muoversi nel mondo, a comprenderlo e a riconoscerlo sin dai suoi primi passi.
Cosa significa oggi per noi essere umani? In che modo possiamo guardare al futuro, al progresso, alla tecnologia restando comunque in contatto con i miti ancestrali che ci abitano, con il nostro essere creature organiche che si nutrono di ossigeno e luce e non solo in senso letterale? Sentiamo l’esigenza di problematizzare le linee di confine tra natura e cultura nella direzione di un assunzione responsabile del sapere scentifico e umanistico a disposizione delle società per abitare comunità sempre più solidali, consapevoli, generative di senso e di futuro e crediamo che l’arte e la cultura abbiano un ruolo chiave in questo. La chiave di questo lavoro è lo scambio, la condivisione, la contaminazione e la sperimentazione tra artisti provenienti da linguaggi e competenze diversi, alla ricerca di nuovi segni per nuovi significati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.